Nuccio Pepe a Ustica per ” STORIE. Racconti per attraversare il tempo”

IMG-20150826-WA0031 IMG-20150826-WA0029 IMG-20150912-WA0005 IMG-20150912-WA0006 IMG-20150912-WA0007 IMG-20150912-WA0003 IMG-20150912-WA0004 IMG-20150912-WA0008

Nuccio Pepe presenta la sua raccolta di racconti a Ustica con Lucia Vincenti scrittrice e storica, Attilio Licciardi Sindaco di Ustica e Rosa Venuti Presidente del Centro IRASE.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized

Nuccio Pepe …ecco come si acquistano i suoi libri ! Tre per volta !

Stefano

Stefano 1Paola

..e si portano anche ai flash mob !

Lascia un commento

maggio 11, 2015 · 2:56 pm

Nuccio Pepe ” Storie..” recensione di Pasquale Hamel

Pepe, Storie, racconti per attraversare il tempo

“In picciol vaso prezioso unguento”, potremmo abusare di questo detto della vulgata per parlare di questa nuova fatica di Nuccio Pepe, medico palermitano innamorato della scrittura. Un piccolo volume di racconti, 16 microstorie apparentemente slegate fra loro ma, in realtà, strettamente annodate da un fil rouge che consente ai singoli frammenti di iscriversi in un unico disegno. Dietro ciascuno di queste storie, alcune perfino non storie, ci sta l’autore; essi sono tessere di esperienze personali, di sensazioni intime, di desideri magari insoddisfatti. Nell’autore si legge, infatti, l’ambizione a rompere lo spazio convenzionale, di andare al di là della “siepe che da tanta parte dell’ultimo orizzonte il guardo esclude”.

Vi emerge prepotente e si fa strada questo moto dell’anima, iscrivendolo in contesti spesso surreali in cui la dimensione del sogno prevale sulla stessa realtà. Non è dunque senza significato la scelta del titolo perché la relatività del tempo, la sua dimensione mentale, si muta in qualcosa di palpabile, di oggettivo, e in quanto tale manipolabile in un gioco, a tratti perverso, a gusto dell’autore.

Ironia, disincanto ma, anche, forte coinvolgimento emotivo segnano così i singoli passaggi, alternandosi in situazioni e contesti tanto diversi e talora contraddittori. Resta però ferma, in ciascuno di essi, prepotentemente presente una domanda a cui, in genere noi figli della storia, non riusciamo troppo spesso a dare una risposta. È la domanda sul significato di ciò che ci sta attorno, sul senso stesso della nostra storia umana. Interrogativi inquietanti che nel fluire frenetico della nostra vicenda umana, sfuggiamo travolti da una arida, e tante volte irresponsabile, quotidianità nella quale, rubando il verso al recanatese, diciamo che anneghiamo il pensier nostro immaginando che il naufragar in questo mare lenisca la dimensione tragica della vita.

Siciliainformazioni.com Libriamo
22 aprile 2015
di PASQUALE HAMEL

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized

Nuccio Pepe presenta “STORIE. Racconti per attraversare il tempo” Mohicani Edizioni 17 Aprile 2015 Aula Consiliare del Comune di Palermo

10423304_10205133596612175_2525643539820946881_n

10995377_10205133603092337_8231402162787412640_n

11053047_10205133606932433_9045319886892555965_n

11061740_10205133605772404_7936646531157743354_n

13717_10205133608972484_8868386291960867036_n

11107719_10205133607932458_2173612992679041936_n20150404_064431-1PEPE_Copertina

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized

Il Dubbio di Nuccio Pepe recensito da Pasquale Hamel

“Il dubbio”, la tragedia della Shoa secondo Nuccio Pepe

Non capita spesso di leggere un libro che ti resta dentro come rovello e ti costringe a ripensarne la storia, le frasi e, perfino, le parole che hai letto. “Il dubbio” (Torri del Vento), piccolo libro di Nuccio Pepe ce ne offre l’occasione. Con una cifra di scrittura densa di richiami mitteleuropei – la lingua di Musil o di Canetti – per esemplificare, senza rincorrere i toni aspri della denuncia, offre infatti al lettore una storia, una delle tante ma non per questo meno forte, dell’immane tragedia della Shoa, macchia indelebile che insozza l’immagine esaltante di una civiltà che avrebbe dovuto fare della cultura dei diritti il suo codice naturale.

È la storia di una ricerca, in una Vienna dal volto elegante, occassionalmente solare e, apparentemente ma, forse anche, volutamente estranea a quella allucinante esperienza vissuta negli anni bui del nazismo. Un percorso all’indietro, che trova alimento nella casuale scoperta di un polveroso ma, anche, ricco archivio che per decenni ha conservato brandelli di memoria di un mondo, di una cultura che la furia assassina aveva voluto cancellare. E lì dentro, fra quegli oggetti disordinati, fra quei materiali abbandonati o, piuttosto, nascosti, un frammento roso dalle tarme e consunto dal tempo. Quel frammento diviene silenzioso testimone di una verità indecifrabile che da un tempo lontano interroga drammaticamente, insinuando il tarlo del dubbio, il presente del protagonista della storia.

Siciliainformazioni.com
Libriamo
16 febbraio 2015 -di PASQUALE HAMEL

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized

Nuccio Pepe con Lucia Vincenti per “Vento di Sicilia”

Lucia

Lucia 2

Lucia 1Nuccio Pepe partecipa alla presentazione del libro di Lucia Vincenti “Vento di Sicilia” che avverrà in coincidenza della Giornata della Memoria 2015

Lucia

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized

Nuccio Pepe nell’Antologia Back in Black

Ancora un racconto di Nuccio Pepe selezionato per essere inserito in una prestigiosa Antologia, dopo “Haiku e Daniel” in L’Amore delle Donne, ecco ora “Il Castello di Stirling” nell’Antologia Back in Black delle Edizioni SensoInverso.
Una sorpresa gradita !Cop_Vol_2

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized